Euthymia: prove tecniche di degustazione a cura di Fabio C.

Euthymia: prove tecniche di degustazione a cura di Fabio C.


"Il vino di qualità migliore è quello moderatamente forte e dal profumo delicato. Quando penetra in bocca, lusinga le narici e conforta il cervello. Si lega bene al palato senza ferirlo, al cuore dà gioia ed allegria!."(Le segré des segrez). Riflessioni per ricollocare il Vino nell'ambito di una cultura dietetica ed estetica. Per tradurre la degustazione in emozioni e sensazioni. Per rileggere etichette e vini nel segno della tradizione e della convivialità. Un viaggio nell'interiorità del vino. Una questione di rispetto e di gusto. Un diario personale per ripercorrere assaggi, esperienze e momenti speciali. Nessun riferimento spaziale o temporale. "Uomini dalle piccole ambizioni morali fanno vini (e non solo vini) dalle piccole ambizioni estetiche". Bevo... ergo sum!!!

Home | My Profile | Archives | Friends | Album fotografico

VIGNA I BOTRI in verticale: 1994 - 1996 - 1997 - 1998

Inviato alle 16:35 il Oct. 21, 2014

 

 

 

La conferma: il miglior Morellino di Scansano di sempre

 

C’era una volta un’azienda vinicola situata in Toscana, nelle colline maremmane. Qui, i proprietari, forti di antiche tradizioni vinificatorie, nel 1970 avevano impiantato un vigneto utilizzando le migliori qualità di vitigni. In un tempo più recente, precisamente nel maggio 1989, Giancarlo Lanza e Giulia Andreozzi, sua moglie, acquistano il vigneto e ne fanno un complesso agrario chiamato "I Botri". Giancarlo è un enologo, Giulia una sommelier. Passione e puntiglio. Giulia e Giancarlo ammodernano l’azienda originaria, innovano i sistemi di produzione del vino mantenendone inalterati la tipicità, il gusto. Si orientano verso "Il biologico" e nel 1994 ottengono la certificazione di "Azienda Biologica" (reg. CEE legge 2092/91), primi a produrre in maremma Morellino di Scansano Biologico.

 

 La vigna "I Botri" si estende per circa sette ettari, su due poggi in località I Botri (da qui, la sua denominazione). Il posto si trova di fronte all’abitato Etrusco del Ghiaccio Forte sulla via Aquilaia, a una dozzina di Km da Scansano (prov. Di Grosseto). Dista circa 20 Km in linea d’aria dal Tirreno e domina la valle del fiume Albenga, ariosa, ricca di ondulazioni, come sono in genere le vallate toscane. Del terreno, quattro ettari vengono coltivati a bacca rossa: il Sangiovese è presente con due cloni di Morellino per il 90% e con il Prugnolo gentile per il restante 10%; l’Alicante, che è un clone di Grenache, il Ciliegiolo. Sono i vitigni da cui si ottiene il Morellino di Scansano D.O.C.

 

Per scelta ho deciso di non pubblicare le note di degustazione delle diverse annate. Pur nella diversità peculiare di ciascuna vendemmia ogni bottiglia ha, infatti, saputo regalarmi, sempre,  lo stesso forte coinvolgimento. E se da un lato il tempo trascorso ne ha sottolineato il profilo austero mettendone in evidenza i tratti più eleganti, allo stesso tempo, ogni millesimo ha saputo conservare una beva snella, fragrante, dinamica, di estrema piacevolezza. Volume e definizione. A conferma della statura nobile ed aristocratica da grande rosso, stratificato, complesso e profondo, così come della sua imprescindibile quanto riuscita vocazione di ministro della tavola.

 

Commenti (0) | Invia un commento! | Link

"Vorrei un vino per fare bella figura ma che costi poco..."

Inviato alle 09:42 il Oct. 19, 2014

 

 

 

Sabato sera, sono quasi le 20.00, Conad di via Manzoni, il reparto vino è una piccola (non tanto piccola) curata enoteca (la selezione, per capirci, include nomi quali Pietracupa, Villa Diamante, I Favati, Molettieri, Franz Haas, Cantine del Notaio, Sassicaia...) dove presenzia, sistematicamente, un sommelier professionista gentile e preparato (non il mio ideal tipo ma sa fare il suo mestiere). Si avvicina la classica signora pseudo-benestante di queste parti (sono nato e cresciuto a Posillipo, attualmente vivo in zona, e vi assicuro che la fama del quartiere ricco è inversamente proporzianale al livello delle persone che, ormai, ci abitano...) e chiede un rosso per fare bella figura con gli ospiti con i quali cenerà di lì a poco, l'importante è che costi poco. Farfuglia qualcosa di cui l'unica parola che si capisce è Montalcino. Il sommelier, intelligentemente, la dirotta immediatamente su un Rosso di Montalcino, siamo sui dieci euro, ci può stare, accontentiamo il desiderio del nome con la necessità di contenere il budget. La signora ha un sussulto, ha detto che vuole spendere po-co e comincia a chiedere insistentemente se ci sono bottiglie in offerta (apro e chiudo parentesi, non possiamo darle tutti i torti considerato che in alcuni supermercati, vedi Auchan, a settembre ed ottobre, in occasione della fiera del vino, si vedono davvero cose da pazzi). Il sommelier molto educatamente inzia ad elencare diverse bottiglie di buoni produttori scendendo nella fascia di prezzo intorno ai 5 euro. La signora, però, ha, nel frattempo, cambiato ritornello: vuole una bottiglia di nome in offerta, non conosce quei produttori. Probabilmente o il prezzo ancora non le va bene o a quel prezzo vorrebbe, comunque, una denominazione blasonata in etichetta per fare bella figura...  Il sommelier sempre più imbarazzato non si arrende e cerca di convincerla che se la questione è il prezzo i 5 euro sono il minimo sotto il quale non può soddisfare la richiesta della signora e se vuole una denominazione forte deve essere disposta a pagarla qualcosina in più. La signora si convince e si affida alla bottiglia da 5 euro scelta dal sommelier abbinato ad un prosecco di fascia entry, quello sì in offerta, per l'aperitivo, quindi, si avvia alla cassa.

E vissero tutti felici e contenti...

 

 

Commenti (0) | Invia un commento! | Link

La Secca delle Formiche

Inviato alle 09:51 il Oct. 18, 2014

 

 

 

 

 

 

Poco distante dalle grotta delle formiche, tra l'isolotto di Vivara (Procida) ed Ischia, scorgiamo la secca delle formiche. Meno conosciuta (e frequentata) della prima è stata, per il sottoscritto, davvero una bella scoperta, soprattutto, per l'estrema facilità con cui è possibile avvistare una gran quantità e varietà di pesci in tana. Si tratta di una formazione rocciosa simile ad un cono rovesciato che si alza da un fondale sabbioso di circa 30mt e che ha il cappello a 11mt. Si parte dal basso girando attorno allo scoglio. Numerose stelle marine e spugne colorano le pareti mentre polpi, paguri, murene, cernie, pesci pappagallo e gronchi accompagneranno tutta l’immersione. Volgendo lo sguardo nel blu non è raro incrociare lo sguardo con affascinanti branchi di barracuda.

(Vivamente consigliato il nitrox per chi ha il brevetto)

 

 

 

 

Commenti (0) | Invia un commento! | Link

Galletto & Feta (Hahnchen-Feta)

Inviato alle 16:01 il Oct. 13, 2014

 

 

Chicken Sandwich a chi ?!

 

Pensavo che il tramezzino servitomi dalla British Airways qualche anno fa fosse l'eccezione. Per i due anni successivi, in effetti, ho continuato a leggere con molta attenzione (e con l'ormai indispensabile aiuto degli occhiali da vista...) le etichette del free food servito a bordo dalle diverse compagnie di linea che abitualmente frequento ma non mi era mai più capitato di vedere nulla di simile. Fino all'altro giorno quando mi è capitata, nuovamente, un'etichetta singolare quanto surreale. Quella di un tramezzino presentato, inizialmente, come un innocente e semplice "chicken sandwich" ma subito si è rivelato, in realtà, un "galletto" (amburghese?) combinato con la feta. Al di là del discutibile abbinamento di sapori (la ricetta "chicken, feta and spinach" è abbastanza diffusa anche sul web) non ho potuto fare a meno di notare l'interminabile lista di ingerdienti (?) riportati in etichetta. Talmente lunga che la foto fatta dal mio blackberry non è riuscita a venire più a fuoco di così...

 

 Ricapitolando:

 35% Pane ai cereali

30% Feta spalmabile (?) 

15% Feta

2% Spinaci

10% Pomodori ciliegini

 

Il rimanente 8% è rappresentato (o dovrebbe esserlo se la matematica non è un opinione) )da tutti gli altri ingredienti citati in etichetta.

 All'incirca una cinquantina !!!!!!!!!!!!

 

 

 

Commenti (0) | Invia un commento! | Link

Nel pallone...

Inviato alle 16:37 il Oct. 12, 2014

 

 

"Dura solo un attimo la gloria"

 

La certezza

.... che bisogna conservare la gioia nel cuore, consapevoli della sua fragilità e del suo valore per renderla eterna.

 

Il calcio

...è qualcosa fra ossessione e dramma freudiano, tanto che ci si innamora improvvisamente, inesplicabilmente, acutamente senza pensare al dolore, alla gioia e allo sconvolgimento cui porta.

 

La fine del suo calcio

..quello fatto da un insieme di valori indiscutubili: l'educazione, la crescita della persona come individuo, e come parte di una squadra, la lealtà e la correttezza, l'autodisciplina, la capacità di riconoscere i propri limiti e la voglia e la fatica di provare a superarli, l'affannosa ricerca dell'equilibrio fra uomo e atleta.

 

Loro sono l'emanazione di quel potentato da quattro soldi che regge il sistema.

Se rimane tutto all'interno, puoi contare su un assoluzione e un posto te lo trovano sempre. Appena qualcuno rompe lo schema e si ribella, fosse anche per difendere la propria dignità, allora viene rapidamente espulso, e con violenza. La violenza stupida e involontaria degli automi. 

 

Lo sport migliora l'uomo, mentre lo spettacolo si limita a divertirlo.

Se sono stato un monumento, come qualcuno dice ancora, sono stato un momunmento ai lavoratori. Questa è la mia minuscola grandezza, la mia dignità, la mia vita.

 

Gol e poesia, sogno e dolore

...nel caleidoscopio impazzito che è l'informazione di oggi vale tutto e il contrario di tutto. La competenza alle ortiche. Conta il volume e trasportare il faccione su qualunque teleschermo.

 

I ricordi sono i sogni dei grandi...

...rimane giovane chi crede ancora negli ideali più belli della propria giovinezza

 

Rivoluzionario, totalizzante e globale

...si vince non con la superiorità numerica ma grazie alla soluzione più semplice e all'ingegnosità tattica

 

Dino Zoff, Nick Hornby, Giovanni Arpino, Johan Cruyff, Gianni Mura...

 

 

Commenti (0) | Invia un commento! | Link



<- Ultima pagina | Prossima pagina ->