Euthymia: prove tecniche di degustazione a cura di Fabio C. - NIERSTEINER PETTENTHAL Auslese trocken 1996 BRAUN

Euthymia: prove tecniche di degustazione a cura di Fabio C.


"Il vino di qualità migliore è quello moderatamente forte e dal profumo delicato. Quando penetra in bocca, lusinga le narici e conforta il cervello. Si lega bene al palato senza ferirlo, al cuore dà gioia ed allegria!."(Le segré des segrez). Riflessioni per ricollocare il Vino nell'ambito di una cultura dietetica ed estetica. Per tradurre la degustazione in emozioni e sensazioni. Per rileggere etichette e vini nel segno della tradizione e della convivialità. Un viaggio nell'interiorità del vino. Una questione di rispetto e di gusto. Un diario personale per ripercorrere assaggi, esperienze e momenti speciali. Nessun riferimento spaziale o temporale. "Uomini dalle piccole ambizioni morali fanno vini (e non solo vini) dalle piccole ambizioni estetiche". Bevo... ergo sum!!!

Home | My Profile | Archives | Friends | Album fotografico

NIERSTEINER PETTENTHAL Auslese trocken 1996 BRAUN

Inviato alle 09:35 il Jun. 26, 2008

 

L'azienda, fondata nel 1690, si trova nel centro di Nierstein in Rheinessen (Renania). Si tratta di vini che necessitano di tempo per esprimere tutta la loro straordinaria bellezza. D'obbligo fare un giro per i vigneti di ardesia rossa decomposta del Rote Hang che guardano il Reno (come il Pettenthal, l’Hipping, il Brudersberg, nella foto) che rappresentano il vanto della Rheinhessen e da dove i Braun ricavano la maggior parte dei loro vini. Il colore è carico e splendente: oro antico. I profumi sono allo stesso tempo intensi e persistenti. Il naso non si stanca mai di ritornare sul bicchiere per coglierci, di volta in volta, qualche nuova sfumatura. Uno spettro olfattivo difficile da dimenticare per ampiezza e complessità di sensazioni. Davvero unico. Albicocca in primo piano intrisa di note minerali, spezie, zafferano, fiori gialli. Delicato ed elegante fa la sua apparizione al palato invadendo e riempiendo letteralmente il cavo orale. Il finale è lunghissimo sottolineato da una sapidità incontenibile che neanche la pur sostenuta tipica acidità riesce a interrrompere ma semplicemente accompagnare. Equilibrio ed armonia già adesso perfettamente raggiunti eppure dal promettente futuro in ulteriore divenire.

" ...soccombete all'irresistibile fascino del Riesling, la più nobile ed espressiva delle uve bianche sul pianeta!"

 

Invia un commento!



<- Ultima pagina | Prossima pagina ->