BLAUBURGUNDER 2005 UNTERORTL (Castel Juval)

 

Il propretario Reinhold Messner e gli affittuari Gisela & Martin Aurich hanno avviato l’azienda agricola nel 1992. I vini (Pinot Bianco, Riesling e Pinot Nero) e gli ottimi distillati sono l’espressione del carattere peculiare di una microzona veramente unica quella di colle Juval. Su di una superficie di più di cinque ettari vengono coltivate diverse varietà d’uva nonchè di frutta per la distilleria. Le viti si trovano su di un ripido pendio ad un’altitudine compresa tra i 630 e gli 850 m.s.l. Il vento di ‘föhn’ e le escursioni termiche seccano tutto quello che c’è di umido. Rocce e mura di pietre sostengono e abbracciano i vitigni offrendo stabilità e calore. Tutti quando parlano di Castel Juval pensano al Riesling ma io sono rimasto davvero molto positivamente impressionato dal Pinot Nero. Rese decisamente contenute e fermentazione in vasche di acciaio inox con follatura e macerazione prolungata, quindi maturazione in piccole botti di rovere per 12 mesi.Se la 2006 è stata ed è considerata sicuramente un’annata più ‘importante’ (ma che aspetterei ancora qualche mesetto per iniziare a bere con piena soddisfazione), io mi sono bevuto con estremo piacere insieme ad alcuni amici ben due bocce della 2005. Il naso mostra un fruttato delicato, molto affascinante nella sua apparente semplicità. Piccoli frutti di bosco ed una lieve speziatura compongono un quadro di sottile eleganza e raffinatezza. La struttura è sorretta da una bella acidità e mineralità di fondo, il finale persistente anche se non particolarmente lungo. Un gran bel bere ad un prezzo non impossibile ma con qualche difficoltà nella reperibilità da imputare al limitato numero di bottiglie prodotte.

Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.