ALITALIA: dico la mia !

 

Sospendo le mie elucubrazioni etiliche per parlare di economia. No, non sono impazzito. Mi sono laureato in economia nel ’96. Sono stato, fin dai tempi del liceo, un grande appassionato  della materia. Molti amici nutrivano esagerate aspettative (io, invece, solo una grande preoccupazione) per quello che sarei potuto diventare. Volevo fare il broker: ‘giocare’ in borsa. Prima, però, di ‘giocarmi’ i soldi degli altri ho deciso di farlo con i miei pochi risparmi di allora. E mi è andata fin troppo bene. Ho fatto anche un po’ di soldini che ho speso immediatamente in viaggi, viaggi, ancora viaggi… Ma mi sono anche accorto che per realizzare quelle poche operazioni avevo accumulato uno stress che era andato oltre ogni mia immaginabile previsione. Pensai: figurarsi se si trattava di denaro altrui. Meglio lasciar perdere. Torniamo, dunque, ad Alitalia. Ieri in TV si alternavano a destra e sinistra (io sono un anarchico irrecuperabile, ci tengo a precisarlo) per rispondere in merito alla soluzione del ‘caso Alitalia’ e la tutela dei risparmiatori-azionisti. Vi dico, brevemente, la mia. Chi, in questi ultimi anni, ha comprato azioni Alitalia o è uno sprovveduto oppure uno speculatore. Qui non siamo di fronte ad nuovo caso Cirio o Parmalat come qualcuno vorrebbe farci credere. Alitalia è in difficoltà, praticamente, da sempre ! Quindi chi ha comprato le azioni di questa compagnia o è stato, davvero, un incosciente oppure sperava in una sorta di superenalotto borsistico…

Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.