Sudtiroler Pinot Bianco TRIFALL 2007 & Pinot Nero PANIGL 2004 Tenuta KLOSTERHOF Oskar Andergassen

 

Due ettari e mezzo di vigneti  che si estendono in una zona particolarmente soleggiata e climaticamente favorevole intorno al lago di Caldaro. Circa ventimila bottiglie prodotte esclusivamente con uve proprie da questa piccola azienda a conduzione familiare nel rispetto di tecniche tradizionali con l’obiettivo di ottenere vini dall’espressività precisa e naturale.  Non ho, invece, avuto occasione di provare la schiava ‘Plantadisch'(un rosso secco a dispetto dell”Auslese’dichiarato in etichetta…) di cui si dice un gran bene. Per quanto riguarda i due vini assaggiati, comodamente rilassato ad una piacevolissima tavola improvvisata con degli amici nell’incantevole cornice del ristorante Zur Rose di Cortaccia, sono rimasto positivamente colpito da entrambi. Il Pinot bianco ancora giovanissimo con gli aromi fermentativi di frutta in evidenza ed intriso di apprezzabili quanto delicate sfumature floreali. Ricco e succoso al palato e ben equilibrato da un finale asciutto, sapido e di grande pulizia.  Di segno diametralmente opposto il Pinot Nero, complici gli anni già trascorsi in bottiglia, che si è espresso su note decisamente più terziare che a me non sono affatto dispiaciute. Certo è che se amate i piccoli frutti a bacca rossi tipici del Pinot Noir in questo caso il rischio di rimanere spiazzati è più che una semplice probabilità. Il Panigl 2004 vi regalerà sentori di pelle conciata, polvere da sparo e grafite. Ed in questo senso non vi deluderà quanto ad ampiezza e complessità espressiva. Al palato la chiusura è, forse, un pò repentina rispetto alla persistenza delle sensazioni olfattive ma in compenso l’acidità ancora pulsante ed il sorso snello e appagante.

Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.