BUSSIA BAROLO Docg 1999 FENOCCHIO

 

 

Giacomo Fenocchio produce, vinifica ed invecchia da oltre cinque generazioni vini provenienti solo da vigneti di proprietà. Circa dieci ettari, che comprendono oltre a parcelle nella Bussia anche appezzamenti nei cru Villero, di Castiglione Falletto, e Cannubi, a Barolo. Il Barolo Bussia di Giacomo Fenocchio viene ottenuto dalle uve provenienti da una vigna di tre ettari e mezzo di trent’anni d’età, esposta a sud, sud-ovest, a 300 metri di altezza, su terreni elveziani con sedimenti argillosi e calcarei, ricchi di ferro. Si tratta di un vino realizzato con una tecnica assolutamente tradizionale: lunghissime macerazioni, fermentazione con lieviti indigeni, affinato in botti di rovere di Slavonia da 35-50 ettolitri. Il colore è trasparente e vivo dai riflessi luminosi. Al naso mostra complessità e ampiezza: prugna matura, rosa appassita, liquirizia, spezie e cuoio. Non spinge sull’intensità ma sull’eleganza delle sensazioni. Al palato ritroviamo la stessa sobrietà espressiva. Un grande struttura sostenuta da alcol, acidità e tannini. Finale saporito e lungo.

Stiamo andando incontro a una fase di rapida erosione del valore degli asset finanziari e la minaccia di pressioni inflazionistiche sarà presto alle spalleBill Gross, money manager.

Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.