RAVECE Olio Extravergine di Oliva CANTINA GIARDINO

 

Mamma mia che olio ragazzi ! Che buono. La cultivar Ravece è sicuramente il fiore all’occhiello dell’olivocoltura irpina e penso che i prodotti con essa ottenuti possano competere, senza timore reverenziale, con i migliori oli nazionali, di manifattura artiginale e di territorio, come questo, ovviamente. Sono, anzi, forse quest’ultimi che rischiano di sfigurare in un confronto.  Stiamo parlando di una produzione veramente limitata, almeno quando si parla di Ravece in purezza. Cantina Giardino ne produce alcune centinaia di bottiglie che vanno letteralmente a ruba. Caratteristica principale di queste olive è di trasformarsi in un olio profumatissimo dove l’intensità delle sensazioni olfattive si traduce, al naso, in un impatto notevole sì, ma anche di estrema eleganza ed interminabile persistenza al palato. Inutile dirvi che andrebbe consumato a crudo e facendo particolare attenzione alla pietanza cui abbinarlo. La delicatezza di un pesce appena scottato potrebbe, ad esempio, venire coperta dalla sua forte presenza aromatica. Io consiglio sempre il pane come miglior elemento per degustarlo ed apprezzarne a pieno le qualità organolettiche ma se vogliamo sederci in tavola opterei per una semplicissima pasta all’olio crudo con capperi nostrani ed olive nere di Gaeta. Un grandisimo olio!

La salute del suolo, della pianta, dell’animale, dell’uomo è unica ed indivisibile.” Sir Albert Howard (1873-1947), botanico inglese, pionere dell’agricoltura organica, .

Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.