ACETO, ARCOBALENO (premio France Culture nel 1994)

 

Alle pareti della cucina sono attaccate le etichette scolorite dei vini che mi procuravo per gli amici e che loro portavano in dono. Dopo le parole di congedo staccavo dalle bottiglie vuote i cartellini variopinti dai nomi astrusi e li incollavo al muro. Erano un poco album, un poco farfalle. Ora che la stanza è spalancata al vento, dalla parete cominciano a staccarsi le etichette, sbattono in volo, girano intorno al dondolo che oscilla alle folate. Con il brontolio delle slitte di ferro sul pavimento e il fruscio dei cartellini colorati, le visite di un tempo rinnovano le voci.  (Erri de Luca)

 

 

Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.