IL VINISTA LIVE ON STAGE!

 

Vouvray Sec 2009 Foreau (Touraine Loira) –  Chenin

(naso di roccia umida dai riflessi nitidamente minerali, palato secco ed asciutto, diritto e verticale)

 

Domaine Darnat St. Aubin 1er Cru En Remilly ’08 – Chardonnay

(naso fruttato dalle sfumature erbacee, sa-la-tis-si-mo!)

 

Domaine du Collier La Charpentrie – Saumur blanc 2007

(naso gessoso, melacotò, volume, profondità e lunghezza)

 

Szoloskislaki Szurkebarat (Pinot Grigio) 2007 Borszeru Bujdoso

(naso di idrocarburi e botrytis,  peccato che al palato lo slancio sia frenato da un residuo zuccherino che non permette un adeguato e coerente sviluppo gustativo)

 

Andlau Riesling 2009 Marc Kreydenweiss

(ancora troppo giovane e molto compresso)

 

2009 Condrieu, Domaine Christophe Pichon (viognier)

 

Cotes-du-marmandais Le Vin est une fete 2008 Elian Da Ros (merlot60%, cabernet franc20%, and abouriou20%)

(naso sporcato da una leggerissima nota caseica, palato succoso ed invitante, chiama il cibo e lo sposa perfettamente)

 

Broully Cuvee des Fous 2008 Jean Claude Lapalu (Gamay)

(volatile sensibile ma assolutamente contenuta e necessaria alla progressione organolettica, anche in bocca, di un rosso inaspettatamente rigoroso ed importante)

 

Weingut Ratzenberger Bacharacher Spätburgunder Trocken 2007 (Pinot Nero)

(delicato, elegante, piccoli frutti rossi e spezie al naso, palato piacevolissimo fresco e salino)

 

Rayos Uva 2009 Rioja (Tempranillo)

 (cuoio ed una leggera nota animale al naso, frutta e fiori rossi, sapido al palato)

‘Jacques Guerin Fitou Cuvee de la Cadette Domaine Les Mille Vignes’

(Mourvedre grenache e carignan)

(naso ricco di frutta e generoso di calore alcolico, corpo e sostanza che ritroviamo anche al palato , altro vino che chiama il cibo)

 

 Chassagne Montrachet 2007 Roblet-Monnot

(siamo in un altro mondo, la Borgogna, e si sente)

 

 

 

Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.