Un vino per l’estate: Muscadet de Sevre et Maine

 

La sfida che mi si ripropone ogni anno quando arriva l’estate o meglio il caldo estivo è sempre la stessa. Cosa mi bevo ? Per anni sono stato combattuto tra teutonici Kabinett tedeschi, bollicine francesi artigianali e qualche sopravvalutato (più il tempo passa e, ahimè, più me ne sto rendendo conto) bianco campano (fiano, greco o falanghina, fate voi). Alla fine quest’anno un solo vincitore a mani basse. E’ il Clos de Briods 2010 di Marc Ollivier. Il suo maggior pregio (che per alcuni potrà, probabilmente, essere anche il suo più grosso limite) è che se ne scende giù come l’acqua. Solo 12% in volume di un alcol impercettibile. Mineralità pura e cristallina, minimal agrumato senza nessuna concessione a polpa fruttata o carnosità floreale che non sia appena un flebile e rarefatto accenno di circostanza.   I famosi ‘secchi’ (della serie ‘da berne a secchi’) se proprio dovete riempirli vi consiglio di farlo con questo splendido Muscadet !

 

 

Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.