ASPRO

 

Ci sediamo presto a Les Temps de Cerises perchè andiamo di fretta, ci aspetta la partita del Napoli a Chievo (visto il risultato sarebbe stato meglio evitare di intossicarci e goderci la serata…) .  Ordiniamo precipitosamente, in carta non trovo nulla che mi convince ma chissà perchè lo sguardo continua a tornare alla sezione ‘Rouges Loire’ a fissare il Cot di Mikael Bouges.  Mi fido del mio istinto. La bottiglia arriva in tavola con largo anticipo sulle portate ed il vino, bevuto da solo, mi sembra esageratamente ‘aspro’, penso che forse avrei potuto scegliere di meglio. Invece no. Arrivano i piatti e comincia la musica. Una musica fatta di contrasti, anche forti, e riappacificazioni. Il rosso sembra sbandare al palato quando incontra il cibo eppure lentamente ritrova i suoi accordi. Lavora bene, mi lascia la bocca pulita e fresca. Finiamo anche questa volta la bottiglia (nel caso aveste qualche dubbio) e felicemente (ancora per poco, fino al gol del Chievo per intenderci…) rientriamo in albergo.

 

 

Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.