La Reinassance de l’ Aligotè de Bouzeron

 

Domaine de Villaine

 

 

 

Segnalato in un post sul Viandante, da Maurizio Arenarie, qualche tempo fa, e dallo stesso Mauro Erro (il Viandante appunto) messo a scaffale nella sua enoteca partenopea. Vino da bere che si esalta sulla tavola anche se la sua umile complicità al cibo non va confusa con banale semplicità organolettica. Un bianco bello, complesso, pervaso di suggestioni minerali, sensazioni erbacee, frutto croccante, fiori bianchi e spezie. Il palato è freschissimo, diritto, stretto ma dotato del necessario volume e persistentemente sapido in chiusura. Un’interpretazione ed esecuzione impeccabili.

Bravò a Maurizio e bravò a Mauro!

 

 

Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.