Anne et Hervè Sigaut: una bella scoperta ! (almeno per me…)

 

 

 

CHAMBOLLE-MUSIGNY

 

 

Si tratta di un piccolo Domaine che possiede all’incirca 7 ettari a Chambolle da ben quattro generazioni. La coppia si è divisa i ruoli, inaspettatamente, con lui in vigna e lei in cantina. Non disponendo di parcelle in alcun Gran Cru sono rimasti per molto tempo fuori dalle luci della ribalta ed, in questo senso, i prezzi sono ancora piuttosto ragionevoli. Vi risparmio il solito pippotto sui metodi di coltivazione ‘100% organic’ che i nostri  conducono, convinti,  seguendo il calendario lunare ed i cavalli in vigna a trainare l’aratro. Un mantra che avrà inziziato a stufare molti di voi (ma, onestamente, anche i più accaniti sostenitori di questa filosofia come il sottoscritto)  e che, ormai, sempre meno aggiunge alla qualità dei vini che ci piace valutare, soprattutto, per il loro contenuto liquido. Quelli di Anne ed Hervè sono rossi piacevolissimi giocati sulla finezza e sull’eleganza interpreti fedeli e rigorosi del terroir di roccia calcarea di Chambolle.

 

 

  Le vigne, pur abbracciando alcuni premier cru, si distinguono, piuttosto, per l’età delle piante che oscilla tra i 50 ed i 60 anni. Le uve vengono diraspate e fermentate con lieviti indigeni. La macerazione si protrae finanche oltre le 3 settimane, quindi il vino viene travasato in barrique (nuove dal 10 al 40%,  a seconda dalla cuvee).  Prima dell’imbottigliamento (dopo 12/15 mesi d’affinamento) il vino viene nuovamente trasferito in vasca per una chiarifica naturale, depositando eventuali sedimenti,  ed evitare di essere filtrato.

 

 

 

‘Les Bussieres’ Vielles Vignes: si tratta di una vigna molto vecchia situata nella parte più settentrionale di Chambolle ai confini con Morey.

 

 

 

1er ‘Les Noirots’: si tratta di tre parcelle distinte (vigne del 1996/1980/1960) giusto sotto la parte centrale  di Bonne Mares.

 

 

 

1er ‘Les Chatelots’: si tratta di ben 5 parcelle dove sono a dimora piante molto vecchie (almeno 50 anni d’età).

 

 

Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.