WEINGUT GEORG MOSBACHER (PFALZ/PALATINATO)

 

 

Ricordo tanti anni fa quando mi sono avvicinato ai Riesling tedeschi di aver inizialmente preferito e sovrappesato (mi riferisco alla mia cantina) la tipologia ‘trocken’. Col tempo mi sono dovuto ricredere (qualche amico illuminato aveva, pure, provato a mettermi in guardia che sarebbe successo, come puntualmente poi è stato) perchè i vini con residuo zuccherino resistono meglio al trascorrere del tempo, anzi tendono a migliorare nettamente con l’armonizzarsi delle sensazioni ed il riequilibrarsi dei contrasti tra acidità e zuccheri. Ma capita, a volte,  anche di fare una doppia giravolta e di ricredersi di quanto si era ricreduto…

I trocken sono tornati, di recente, prepotentemente sulla mia tavola.

Sono, infatti, sicuramente da preferire se si vogliono evitare problemi di abbinamento con il cibo. Ne ho avuto la riprova ed ho ripreso ad apprezzarli proprio quest’estate quando ho stappato i trocken di Mosbacher, tra i migliori produttori della tipologia e non solo della Pfalz ma probabilmente di tutta la Germania!.

 

 

Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.