Meno male che c’è facebook…

 

 

 

‘…siamo nell’era della comunicazione, e la comunicazione porta ad agire, non a capire. Ci induce all’obbedienza, non all’interpretazione. È il contrario della conoscenza! Il problema è che noi siamo, almeno per la maggioranza, felici di viverci, in questa era della comunicazione dove, ovvio, le parole comunicano soltanto, informano e, informando, dirigono i nostri comportamenti. Non possiamo che prendere tutto alla lettera, cioè per vero. Anche la pubblicità, anche la politica elettorale. Quindi rischiamo di non capire niente.
Meno male che c’è facebook che ci dice, tra parentesi quadre, quale senso dobbiamo dare alle parole. Cioè, alle cose
.’

 

Scarpe Strette (Sole 24Ore) di Pietrangelo Buttafuoco.

 

Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.